Se partire è già una meta

Viaggiare è perdersi, trovare strade insolite e inaspettate, è un incontro con l’altro, è fare scorta di novità. Io adoro partire con una valigia vuota da riempire strada facendo, così diventerà la mia valigia dei ricordi. Ungaretti nella poesia Lucca scriveva, a proposito di questa città, Qui la meta è partire. Io credo che non … Continua a leggere Se partire è già una meta

Quando la letteratura ci viene in aiuto: il buono che ho trovato in Pascoli e Sepúlveda

  Ho una novità! Il 9 settembre ti regalerò un viaggio tra le storie, un percorso attraverso tre letture molto diverse. Sarà un regalo sicuro per chi è iscritto alla mia newsletter Assaggi, ma sto studiando un modo per tutte le altre persone che saranno interessate a riceverlo. Fa al caso tuo se: ami leggere … Continua a leggere Quando la letteratura ci viene in aiuto: il buono che ho trovato in Pascoli e Sepúlveda

Antirughe e poesia

Volevo scrivere dei consigli (che so, un decalogo) per avvicinarsi per la prima volta alla poesia, ma non riuscivo a capire come mai fosse così difficile per me. Poi ho capito: non riesco a dare consigli su qualcosa che per me è naturale, ovvio. Ho libri di poesia sul comodino, ne compro regolarmente, li ho … Continua a leggere Antirughe e poesia

Scacciapaura

Il mio pensiero è un fiume sotterraneo. Per quali terre va e donde viene? Che faccio nel mondo? Nulla che la notte plachi, o sollevi l’aurora… (Fernando Pessoa) Da alcuni mesi a scuola facciamo orientamento, un percorso per aiutare i ragazzi nella scelta della scuola superiore. Tra le mille attività in programma, li mettiamo di … Continua a leggere Scacciapaura

Inconsapevoli boomerang

  Ho visto un documentario sugli animali più teneri del mondo, ma devo ammettere che a colpirmi è stato il meno esotico di tutti, quello che vedo di tanto in tanto la mattina, andando al lavoro: lo scoiattolo. Nel video si parlava di pinguini, rinoceronti, volpi artiche… ma io ho scelto lui. Lo scoiattolo. E … Continua a leggere Inconsapevoli boomerang

Di cipolle e incomunicabilità

Mi piacciono le cipolle, eppure ne mangio pochissime perché mi creano del disagio, soprattutto nell’ambito della socialità. Insomma lo sai, la cipolla (come l’aglio) è nemica della comunicazione, allontana da noi il nostro interlocutore e sprigiona un’essenza persistente che si ripropone in noi a intervalli più o meno regolari. Ecco perché preferisco non abusarne. Non … Continua a leggere Di cipolle e incomunicabilità

Esattevolmente

Tante volte mi fermo a pensare che sono proprio precisina, soprattutto per ciò che riguarda le parole e le promesse. Le prime dovrebbero essere scelte con cura, le seconde dovrebbero essere mantenute. Mi dispiace molto quando parole e promesse sono disattese, anche da me. Tutta colpa di una eccessiva attenzione ai dettagli e, se vuoi, … Continua a leggere Esattevolmente

Le parole sono magia

Scrivere è un gesto comunicativo, è sempre un parlare a qualcuno; certo, a un altro che non hai davanti e non conosci nemmeno, ma ti è presentissimo e ancor più caro perché assente, e si chiama lettore. (La passione ribelle, Paola Mastrocola) Sto leggendo questo libro appassionato e scritto benissimo, di cui condivido ogni parola. … Continua a leggere Le parole sono magia