Di cipolle e incomunicabilità

Mi piacciono le cipolle, eppure ne mangio pochissime perché mi creano del disagio, soprattutto nell’ambito della socialità. Insomma lo sai, la cipolla (come l’aglio) è nemica della comunicazione, allontana da noi il nostro interlocutore e sprigiona un’essenza persistente che si ripropone in noi a intervalli più o meno regolari. Ecco perché preferisco non abusarne. Non … Continua a leggere Di cipolle e incomunicabilità

Esattevolmente

Tante volte mi fermo a pensare che sono proprio precisina, soprattutto per ciò che riguarda le parole e le promesse. Le prime dovrebbero essere scelte con cura, le seconde dovrebbero essere mantenute. Mi dispiace molto quando parole e promesse sono disattese, anche da me. Tutta colpa di una eccessiva attenzione ai dettagli e, se vuoi, … Continua a leggere Esattevolmente

Le parole sono magia

Scrivere è un gesto comunicativo, è sempre un parlare a qualcuno; certo, a un altro che non hai davanti e non conosci nemmeno, ma ti è presentissimo e ancor più caro perché assente, e si chiama lettore. (La passione ribelle, Paola Mastrocola) Sto leggendo questo libro appassionato e scritto benissimo, di cui condivido ogni parola. … Continua a leggere Le parole sono magia

Il ballo dell’ippocampo: dolcissimo antidoto

L’ippocampo è una creatura particolare da molti punti di vista: ne esistono di colori stupendi e trasparenze inaspettate, hanno un’eleganza invidiabile quando si muovono insieme nell’acqua intrecciando le loro code. Sì perché queste creature hanno l’abitudine di ballare assieme e di farsi un sacco di coccole. Non è straordinario? E poi è il maschio che … Continua a leggere Il ballo dell’ippocampo: dolcissimo antidoto

Un pizzico di ordine

Matteo l’altro giorno mi ha detto “Lei prof è brava, ma se devo essere sincero, è un po’ pignolina”. Questo aggettivo, quasi sussurrato, io l’ho preso come un complimento e mi ha fatto sorridere. Devi sapere infatti che ogni giorno combatto con il mio disordine e ambisco alla perfezione, soprattutto in casa. E come se … Continua a leggere Un pizzico di ordine

Sognare stanca?

Hai sogni ricorrenti? Ricordi quelli che fai? Io sì, assolutamente, e per qualche giorno ricordo i particolari e le sensazioni che ho provato nei film notturni che il mio subconscio gira per me. Quando i sogni irrompono con prepotenza nelle nostre notti è bello lasciarli sfogare, assecondarli. Infatti ce ne sono alcuni talmente belli che anche … Continua a leggere Sognare stanca?

La curiosità che piace

Curiouser and curiouser! Sono le parole che pronuncia Alice nel capitolo secondo del Paese delle Meraviglie, che potremmo tradurre con un “Sempre più stranissimo!”. Sì lo so è sgrammaticato, ma lo è anche nella lingua originale, perché Alice è talmente sorpresa da aver dimenticato le regole del parlar bene. Infatti, dopo essersi pappata la minuscola torta … Continua a leggere La curiosità che piace