Le parole sanno di

raccolta semiseria di scorci e spunti

Le parole sanno di

Ho pensato tanto al nome giusto e alla fine eccolo qui. I motivi della mia scelta sono diversi e secondo me tutti fighissimi. La prima cosa che mi ha conquistata è il verbo “Sanno”, in cui si fondono due significati, quello di sapere e di sapore

Sapere cosa dire e come è sempre stato il mio pallino, sia nel lavoro sia nella quotidianità fatta di relazioni sociali. Un insegnante deve sapere cosa dire, trovare il modo di far breccia negli adolescenti, attrarli anche attraverso un lessico emozionale ma competente, essere preciso ma in senso accattivante.

La precisione e l’esattezza sono due caratteristiche importanti del linguaggio. La nostra poi è una lingua ricchissima e spesso equivoca. Dobbiamo stare attenti al contesto, agli accenti, alle virgole, alle doppie. A questo proposito mi ricordo che Calvino nella lezione sull’Esattezza dice così:

Credo che la mia spinta venga da una mia ipersensibilità o allergia: mi sembra che il linguaggio venga sempre usato in modo approssimativo, casuale, sbadato, e ne provo un fastidio intollerabile. 

(Lezioni Americane – L’Esattezza)

Mi piace molto, proprio perché sono un po’ fissata con le parole: sono infatti sempre attenta a quello che mi si dice (pure troppo!), ascolto tantissimo e memorizzo anche i dettagli quando qualcuno mi parla. Ci sono parole che si ricordano per sempre, nel bene e nel male, ma ormai sono stampate lì nella mia mente.

Le parole esprimono un sapere, ma ogni volta hanno scopi e sfumature diverse e quindi anche un sapore. A volte le condiamo con sarcasmo, a volte con rabbia, altre con dolcezza o rimprovero o affetto. Dipende da noi, da chi ci ascolta o legge e da quello che vogliamo trasmettere.

Le mie parole son capriole
palle di neve al sole, 
razzi incandescenti prima di scoppiare
sono giocattoli e zanzare, sabbia da ammucchiare
piccoli divieti a cui disobbedire

(Le mie parole, Samuele Bersani)

È proprio bello divertirsi con le parole, creare qualcosa che ispiri e che susciti emozioni, ma anche condividere quello che si sa, si impara e si scopre. Ecco, io voglio fare così!

 

20160903_134137

A serial traveler in saór

Una viaggiatrice seriale a Venezia

AliceCream

Live, love, laugh. RepEat.

profebene

I vecchi soldati non muoiono mai: essi svaniscono, ecco tutto (canzone della prima guerra mondiale).

Comequando

Parole preziose, scelte con molta cura, per prendersi cura...

yellow letters

tutte le lettere sono d'amore

nomicosecittà

il mondo a mano libera

PUNGIGLIONE blog

Opinioni su Politica e Cultura della Valle di Suessola

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: