antidoti allo stress, coccole, ballo, spensieratezza del bello, ippocampo, cavalluccio marino

L’ippocampo è una creatura particolare da molti punti di vista: ne esistono di colori stupendi e trasparenze inaspettate, hanno un’eleganza invidiabile quando si muovono insieme nell’acqua intrecciando le loro code. Sì perché queste creature hanno l’abitudine di ballare assieme e di farsi un sacco di coccole. Non è straordinario?

E poi è il maschio che tiene le uova dopo che sono state espulse dalla femmina, le conserva nel suo “marsupio” finché non si schiudono. I cavallucci marini sono la metafora della condivisione e della collaborazione, anche durante il periodo delicato della maternità: uno scambio continuo di aiuto e un’equa distribuzione dei compiti. La natura sorprende sempre.

Ad un certo punto infatti escono tanti cavallucci trasparenti dalla pancia del papà! Guarda questo video che riprende il parto dell’ippocampo maschio.

Ti confesso che a me piacciono sia il ballo che le coccole e scoprire che questo piccolo animale è capace di tenerezze e di movenze armoniose da fare invidia a un essere umano, mi affascina tantissimo.

Potremmo imparare da queste creature la spensieratezza del ballo e la voglia di coccole come antidoto allo stress. Il ballo è un’ottima abitudine anche se non si conoscono passi e tecnica, un po’ come cantare sotto la doccia o alla guida della nostra auto.

Alla fine di una giornata pesante può essere utile rilassarsi facendo qualcosa di buffo, che non costringa a pensare. Lasciamoci guidare dal ritmo senza ragionare troppo, come chi, in vacanza, ama farsi animare nei balli di gruppo in acqua o sulla spiaggia.

Io l’ho provato con Just Dance, il gioco Nintendo che ti guida nei passi di ogni tipo di ballo. Ecco un esempio. Impugni il controller e via! Alla fine di ogni performance ottieni un punteggio, hai un fiatone pazzesco e sorridi tanto.

Una sera mi sentivo davvero la testa pesante: durante il giorno avevo avuto brutte sorprese e situazioni da sbrogliare a ripetizione. Ho deciso di accettare la proposta della mia bambina e ballare con lei. Non puoi immaginare quanto mi sia divertita. E alla fine mi sono sentita molto più leggera. Se devo essere sincera, ci capita anche di fare spazio davanti al divano e ballare ascoltando le nostre canzoni preferite. Se non è un antidoto questo…!

Ti lascio con un’ispirazione marina che sa di relax e mondi sommersi: c’è un artista, uno scultore, che realizza installazioni sul fondo dell’oceano. Si chiama Jason deCaires Taylor. Con il tempo queste statue vengono abitate dalle creature del mare: spugne, coralli, pomodori di mare, e assumono i loro colori trasformandosi magicamente. Guardalo qui.

(photo by Eleni Koureas on Unsplash)